FORUM «IRC»
 
 
Carmelo Sciuto |03.10.2016
untitled

Prefazione

 

Quando nelle comunità cristiane si vuole intervenire per migliorare una situazione pastoralmente insoddisfacente, uno dei momenti più delicati è quello in cui si determinano i criteri con cui organizzare i passi operativi che dovrebbero portare al miglioramento della prassi. Ignorare o sottovalutare questo elemento progettuale decisivo espone, il più delle volte, al rischio del fallimento nell’impresa vitale di formare le nuove generazioni e di dare futuro alle nostre comunità cristiane.

Il presente volume si rivolge a tutte quelle persone che non si limitano a constatare in modo passivo quel che avviene nel cantiere dell’iniziazione cristiana, ma vogliono “sporcarsi le mani” nell’edificazione di comunità che si ispirino in modo autentico ai valori evangelici; e che, sapendo che è indispensabile andare oltre l’improvvisazione, chiedono “istruzioni” per realizzare il loro desiderio nel modo più idoneo ed efficace possibile. Questo testo è prezioso proprio perché, offrendo dei punti di riferimento operativi precisi e chiari, viene incontro a tale legittima esigenza pastorale.

L’interesse di Carmelo Sciuto per l’iniziazione cristiana delle nuove generazioni dura da tempo e il suo impegno è apprezzato e riconosciuto dagli esperti. Uno dei punti di forza dell’Autore è la sintesi tra teoria ed esperienza pratica che ha maturato nel tempo: non solo studioso – ha conseguito il dottorato in catechetica presso l’Università pontificia salesiana – e aiutante di studio presso l’Ufficio catechistico nazionale, ma anche coordinatore di Uffici catechistici a contatto diretto con gli operatori pastorali.

Le pagine che seguono sono state elaborate alla luce di queste competenze, e vanno a incrociare le tematiche più rilevanti e le acquisizioni più significative ottenute in questi ultimi anni in campo catechetico: l’orizzonte missionario in cui si colloca la Chiesa oggi, con l’attenzione al primo annuncio; la centralità della comunità e, al suo interno, della famiglia; la valorizzazione del desiderio di protagonismo dei ragazzi; la formazione alla globalità della vita cristiana, attraverso un cammino vissuto nel gruppo; la centralità della domenica e dell’Eucaristia; la sensibilità verso le persone disabili; la necessità della formazione dei catechisti.

«Le difficoltà esistono per essere superate», ci ricorda papa Francesco (EG 109). La serie di orientamenti presenti nel libro costituiscono un contributo significativo in questa prospettiva: non si è di fronte a un semplice prontuario ma a una raccolta organica di punti di riferimento selezionati, utili per stimolare la creatività dei responsabili e degli operatori pastorali che intendono qualificare sempre più le proprie comunità cristiane.

a cura di Ubaldo Montisci

Comments are closed.

«ICA»: chi siamo? Newsletter La redazione