FORUM «IRC»
 
 
editore |16.01.2017
1440x600_2_txt-1-1440x600
Un progetto per le scuole promosso dall’Istituto Toniolo, in collaborazione con Formazione Permanente dell’Università Cattolica. Si tratta di un corso di alta formazione per insegnanti dal titolo “Quello che non so di te – Fedi e culture in dialogo” che si propone di affiancare insegnanti ed educatori che si trovano tutti i giorni a confrontarsi con ragazzi e ragazze di religioni e provenienze differenti per capire meglio comportamenti e convinzioni  altrui e promuovere così una cultura del dialogo. Per partecipare è necessario iscriversi on line entro il 6 febbraio.

Il corso inoltre si collega idealmente al concorso artistico-letterario “Quello che non so di te”, a cui avete aderito come partner, rivolto agli studenti e agli insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado di tutta Italia (per maggiori informazioni: www.quellochenonso.it). La finalità è quella di favorire occasione di conoscenza e di dialogo fra ragazzi e ragazze di religioni e culture differenti.


Scarica gli allegati:



 
editore |21.12.2016
untitled

ALZATI, VA' E NON TEMERE. Vocazioni e Santità: io sono una missione. (cf programma allegato)


Roma, 3-5 Gennaio 2017 Hotel The Church Village - I lavori del convegno saranno trasmessi in diretta streaming. Programma e iscrizioni all'interno. Destinatari: direttori regionali e diocesani della pastorale delle vocazioni, rettori ed educatori dei seminari, animatori/animatrici vocazionali e formatori/formatrici degli istituti di vita consacrata, seminaristi, novizie, catechisti e operatori pastorali.


Il Convegno  si propone di elaborare e approfondire la tematica dell’anno di pastorale vocazionale in corso:  “Alzati, va’ e non temere”.   Esso ci aiuta a fare memoria di molte storie di vocazione, in cui  il Signore invita i chiamati  ad uscire da sé per farsi dono agli altri; ad essi affida una missione e li rassicura con una benedizione costante: “Non temere”.  


DESTINATARI: direttori regionali e diocesani della pastorale delle vocazioni, rettori ed educatori dei seminari, animatori/animatrici vocazionali e formatori/formatrici degli istituti di vita consacrata, seminaristi, novizie, catechisti e operatori pastorali.



 Novità»Eventi    
editore |12.12.2016
image003-150x150

La Giornata di studio proposta dall'Istituto di Teologia spirituale dell'Università Pontificia Salesiana, dopo aver affrontato il tema della mistica, della contemplazione e della misericordia, si concentra quest'anno sullo studio della vita cristiana come preludio dell’eternità. In effetti, sebbene siano numerosi gli studi storici, sociologici, filosofi, psicologici, di letteratura sulla morte, non è un tema tanto frequentato oggi nella teologia e tanto meno nella teologia spirituale.  Sembrerebbe che la nostra cultura, già disinteressata della morte e, quindi, del morire, pretenda anche di rimuovere la vita eterna.


Con questo orizzonte di riferimento, la riflessione degli autori che collaborano nella Giornata di studio e nella pubblicazione del volume privilegia non tanto la dottrina biblico-cristiana sulla fede nella vita eterna e la sua articolazione sistematica o la teorizzazione a favore di una tesi prefissata, ma il vissuto cristiano in quanto oggetto di studio specifico della teologia spirituale. In concreto, la riflessione sulla vita eterna non può prescindere dall’esperienza del morire del morente. Perciò, è opportuno partire metodologicamente dal morire concreto, recuperando così la priorità della vita eterna ed evitare speculazioni inverificabili.


La Giornata di studio del 15 dicembre sarà introdotta dal saluto del Rettore, prof. Mauro Mantovani, e dalla presentazione dello «Status quaestionis» da parte del direttore dell’Istituto di Teologia spirituale, prof. Jesús Manuel García Gutiérrez. Per approfondire l’argomento vengono proposte quattro relazioni in mattinata e la visione di un film nel primo pomeriggio. La prima di esse, quella della prof.ssa Cristiana Freni, docente stabilizzata nella cattedra di Filosofia del Linguaggio della Facoltà di Filosofia presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma, offrirà un quadro sintetico fenomenologico sull’«ars moriendi»: Senso della morte come senso della vita. A seguire, il prof. Cesare Bissoli, docente emerito di Bibbia e catechesi, concentrerà la sua attenzione sull'atteggiamento di Cristo di fronte alla sua morte. Dopo l’intervallo, si terranno due relazioni di carattere pedagogico. Nella prima, il prof. Massimo Petrini, professore emerito di Teologia Pastorale Sanitaria e già preside dell’Istituto Internazionale di Teologia Pastorale Sanitaria “Camillianum”, si soffermerà sul morire del credente: «Come sarà la mia morte? Sarò solo o potrò avere accanto persone care? Che cosa mi aspetta dopo la morte? Sarò accolto dalla misericordia divina?  La seconda relazione, tenuta dalla prof.ssa Lorella Congiunti, vice Rettore della Pontificia Università Urbaniana e docente ordinario nella Facoltà di Filosofia della stessa università, approfondirà l’argomento dell’esperienza dei non credenti dinanzi alla morte: Come muoiono coloro che non credono nell’eternità?


Nel primo pomeriggio la presentazione del film «Io prima di te», fatta dal prof. Rossano Zas Friz De Col, docente di teologia spirituale nella Pontificia Università Gregoriana di Roma, offrirà un motivo di dialogo tra i partecipanti, prima della conclusione della Giornata.  


 


SCARICA DEPLIANT:


Dépliant Giornata studio sulla morte

 
editore |29.11.2016
{B275EF64-6284-4A3D-B747-53CCF2774478}

L’Istituto di Catechetica organizza ogni anno un Seminario di Studio riservato a docenti di Pedagogia Religiosa e Catecheti, che coinvolge esperti a livello nazionale. Siamo giunti al terzo anno di un Progetto triennale (2014-2017) sul tema: Educazione, apprendimento e insegnamento della religione.


Nel 2015-2016 abbiamo sviluppato il tema “Educazione e apprendimento”. Il tema di quest’anno è invece: Religione e cittadinanza.


Il 3 dicembre prossimo vogliamo realizzare una Giornata di Studio con un gruppo di esperti (20-25 persone) Questo Seminario serve come illuminazione e preparazione del Convegno di fine settimana (18-19 marzo 2017) e della settimana estiva (2-8 luglio 2017).


Il tema del Seminario è: «Cittadinanza e articolazione dei valori nell’educazione (e nell’IRC)». Il Seminario si realizzerà sabato 3 dicembre 2016 presso l’Università Pontificia Salesiana dalle ore 9.00 alle 13.00.


Al trattarsi di un Seminario pensiamo ad un dialogo aperto, scandito dagli imputs sintetici e orientativi offerti dalle due relazioni.


 


SCARICA LA LOCANDINA DELL'EVENTO


Seminario IRC. DICEMBRE 2016


 



„ Programma



09.00   Apertura della Giornata.


               Preghiera e saluto delle Autorità.


09.15    ¡ Moderatore: G. Usai. Presentazione del Programma e Metodologia di lavoro.


               R1: «Cittadinanza  e articolazione dei valori nell’educazione (e nel’IRC)» (J.L. Moral).


               R2: «Cittadinanza e insegnamento della religione nell’ambito europeo» (F. Pajer).


10.45    Dialogo con i Relatori.


11.15      Intervallo - Coffee break.


11.45     ¡ Moderatore: M. Wierzbicki.      Contributi dei partecipanti e Dialogo con i Relatori


12.45 Conclusione e prospettive per il Convegno di aggiornamento (18-19 marzo 2017) e il corso estivo (2-8 luglio 2017) (J.L. Moral).


13.10     Pranzo


 


Roma, 3 Dicembre 2016.

 
Parole e significati religiosi nello sviluppo umano e nel contesto socio-culturale odierno |04.11.2016
InsegnamentoReligioneC
Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la Conferenza Episcopale Italiana organizzano un Corso di aggiornamento che coinvolge 120 insegnanti di religione cattolica in servizio nelle scuole statali di ogni ordine e grado, sul tema “I LINGUAGGI DELL’IRC - Parole e significati religiosi nello sviluppo umano e nel contesto socio-culturale odierno”,  che si svolgerà nei giorni 7- 9 novembre 2016 a Santa Maria degli Angeli in Assisi (PG) presso la Domus Pacis.
Per comprendere il senso e il significato di questo Corso, ci pare importante ricordare che esso sarà un’occasione per promuovere una serie di riflessioni sul contesto scolastico e sociale attuale e soprattutto ci aiuterà a condividere delle pratiche pedagogico-didattiche che sappiano recuperare e utilizzare una pluralità di linguaggi per la mediazione generativa dei contenuti della Religione Cattolica; riconoscere e dare importanza alle diverse fasi di sviluppo psicologico del bambino, preadolescente, adolescente e giovane; fare spazio e valorizzare le domande di senso e gli interrogativi esistenziali, spesso impliciti o marginalizzati, legati alle diverse età degli alunni; cogliere le potenzialità delle diverse presenze ed esperienze socio-culturali e religiose nella scuola; proporre ed utilizzare al meglio i diversi approcci per un’ermeneutica dei significati in chiave educativa.


 
 
P06268
Cicatelli - Malizia

 

CONVEGNO DI AGGIORNAMENTO E SEMINARIO DI STUDIO IRC 2017

«ICA»: chi siamo? Newsletter La redazione