FORUM «IRC»
 
 IRC  Novità  
Roma 11 giugno 2014 |20.05.2014
Lampada2013

Il prossimo mercoledì 11 giugno 2014 si svolgerà l'incontro dei Responsabili regionali per l'IRC.
Si tratta di una giornata di dialogo e confronto che cerca di evidenziare le proposte e le prospettive migliori per favorire lo sviluppo dell'IRC, stimolati anche dalle emozioni vissute lo scorso 10 maggio durante l'incontro di Papa Francesco con tutto il mondo della scuola italiana.

L'appuntamento è previsto dalle ore 10 alle ore 17 nella sede CEI "Angeli Custodi", in via Aurelia 468.


Per iscriversi, è necessario accedere alla procedura online attraverso il seguente link: www.iniziative.chiesacattolica.it/regionaliIRC



 


 

 IRC  
Roma, martedì 17 giugno 2014 |19.05.2014
DSCF0452
Il laboratorio, riservato ai Direttori/Responsabili diocesani dell’IRC nominati nell’arco dell’ultimo quinquennio, si svolgerà martedì 17 giugno p.v., a Roma presso il “Centro Congressi” della CEI sito in via Aurelia 796, dalle ore 10.00 alle ore 17.00, sul tema “Il rapporto tra l’Ufficio Diocesano e le Autorità Scolastiche”.
L’obiettivo è quello di sostenere i neo-direttori e responsabili IRC nell’attivare corretti e proficui rapporti di collaborazione con le competenti autorità scolastiche.
 
Il link per l’iscrizione è: http://www.iniziative.chiesacattolica.it/formazionedirettori

 


 

 IRC  Novità  
editore |12.05.2014
religionescuola11

Si è svolto a Praga (23-27 aprile 2014) il XVI Forum europeo per l'insegnamento scolastico della religione, dal titolo: Verso la periferia del cristianesimo. Insegnamento religioso come invito.


Dell'interessante confronto, offriamo le tre relazioni principali e quattro contributi in lingua italiana di orientamento generale.


Ringraziamo la Direzione di EuFRES per la gentile concessione.


0. Programma


1. Relazione Tueck


2. Relazione di de Villar


3. Relazione Grillo


4. Contributo Wierzbicki


5. Contributo Bissoli


6. Contributo Usai


7. Contributo Filipovic

 IRC  Novità  
UPS - ISTITUTO DI CATECHETICA |20.05.2013
images

I due Corsi estivi che l’Istituto di Catechetica  dell’UPS propone tendono a mettere a fuoco le nuove dinamiche educative che si impongono nel rinnovamento della Scuola, nell’accentuazione della competenza, ormai condivisa dalle varie discipline, nelle Indicazioni Nazionali  della CEI per lRC.  Una progettazione che sappia integrare correttamente le molteplici sollecitazioni educative che attraversano la scuola e si impongono all’Insegnamento della Religione è la condizione non tanto della presenza dell’IRC, quanto della sua efficacia e legittimazione attuali.


I Corsi, con particolare attenzione alle Secondarie in quello di Luglio, vogliono garantire consapevolezza e padronanza al Docente di Religione nell’esercizio sereno della sua professionalità.


- I Corsi sono organizzati ai sensi delle Direttive Ministeriali n. 305 (art. 2 comma 7) del 1 luglio 1996,  n. 156 (art. 1 comma 2) del 26 marzo 1998.


Ai sensi dell’art. 14 comma 1, 2 e 7 del CCNL, rientra nelle iniziative di formazione e aggiornamento progettate e realizzate dalle Agenzie di Formazione riconosciute dal MIUR.


- Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.


- Il primo Corso ha ottenuto il finanziamento da parte del Ministero, per il secondo si è in attesa di approvazione.


 


1° Corso


Progettualità e competenza nell’IRC


Corso estivo: 16-22 giugno


 


Lunedì 17 giugno


Mattino


Michele Pellerey: Programmazione curricolare per competenze


Guglielmo Malizia: Le riforme della Scuola e l’IRC


Pomeriggio


Laboratori


Martedì 18 giugno


Mattino


Bissoli Cesare:            La componente biblica nelle NIN dell’IRC. Una lettura pedagogico-didattica


Michele Pellerey: Competenze chiave europee per l’apprendimento permanente e l’IRC


Romio Roberto: Progettare e valutare le competenze religiose scolastiche


Pomeriggio


Laboratori


Mercoledì 19 giugno


Mattino


Diana Massimo: Competenza relazionale nell’Idr


Castegnaro Alessandro: Studente e apprendimento nell’IRC


Pomeriggio


Tavola rotonda:


Coordinatore: Maurizio Lucillo


Diana,  Malizia, Pellerey, Moral, Romio, Kannheiser, Castegnaro, Escudero, Wierzbicki


Giovedì 20 giugno


Mattino


Trenti Zelindo: Competenza e linguaggio nell’IRC


Kannheiser Franca: Compiti di sviluppo e competenze IRC


Pomeriggio


Laboratori


Venerdì 21 giugno


Mattino


Escudero Antonio: Il sapere religioso nell’IRC


Moral José Luis: Linguaggio, comunicazione e religione


Pomeriggio


Laboratori


Sabato 22 giugno


Mattino


Wierzbicki Miroslaw – Trenti Zelindo:            


Sintesi laboratori. Competenza nell’IRC?. La Progettazione didattica


Presentazione di Ospite Inatteso.


Verifica dei laboratori. Conclusioni


            


2° Corso


Traguardi di competenza nell’IRC:


progettazione e valutazione


 


Corso estivo: 30 giugno-6 luglio


 


Lunedì 1 luglio


Mattino


Cicatelli Sergio: Programmazione curricolare per competenze


Guglielmo Malizia: Le riforme della Scuola e l’IRC


Pomeriggio


Laboratori


Martedì 2 luglio


Mattino


Trenti Zelindo: Linguaggio e competenza nell’IRC


Romio Roberto: Progettare e valutare le competenze religiose scolastiche


Pomeriggio


Laboratori


Mercoledì 3 luglio


Mattino


Moral José Luis: Linguaggio, comunicazione e religione


Usai Gianpaolo: Studente e apprendimento nell’IRC


Pomeriggio


Tavola rotonda:


Coordinatore: Maurizio Lucillo


Cicatelli, Romio, Usai, Diana, Malizia, Wierzbicki, Kannheiser, Moral.


Giovedì 4 luglio


Mattino


Diana Massimo: Competenza relazionale nell’Idr


Kannheiser Franca: Compiti di sviluppo e competenze IRC


Pomeriggio


Laboratori


Venerdì 5 luglio


Mattino


Bissoli Cesare:            La componente biblica nelle NIN dell’IRC. Una lettura pedagogico-didattica


Wierzbicki Miroslaw: Processi di apprendimento nell’IRC


Pomeriggio


Laboratori


Sabato 6 luglio


Mattino


Equipe Ospite Inatteso: La elaborazione didattica. Presentazione di Ospite Inatteso


Verifica dei laboratori. Conclusioni


                                         


Iscrizioni


Segreteria Istituto di Catechetica


Università Pontificia Salesiana


Piazza Ateneo Salesiano, 1 - 00139 ROMA


Tel 06. 87.290.651; 06. 87.290.808 -  Fax 06. 87.290.354


e-mail: catechetica@unisal.it


orario di Ufficio: 8.30-12 (martedì e giovedì)


 


Inviare la scheda di iscrizione direttamente presso la Segreteria dell’Istituto di Catechetica all’Università Salesiana nei termini indicati.


SCHEDA D'ISCRIZIONE


 


Le iscrizioni al Corso di giugno devono pervenire via Fax o Mail entro il 20 giugno 2013 alla Segreteria dell’Istituto di Catechetica.

 Le iscrizioni al Corso di luglio devono pervenire via Fax o Mail entro il 20 giugno 2013 alla Segreteria dell’Istituto di Catechetica.


 


Il numero massimo di partecipanti è di 50 persone, oltrepassato il quale si elabora una lista di attesa.


Copertina InsegnamentodellaReligione-competenzaeprofessionalita05389

Il Prontuario vuol essere uno strumento agevole e puntuale a servizio del Docente di religione. È stato progettato su un disegno unitario ma elaborato da competenze specialistiche diverse. Intende coprire i settori più importanti nell’esercizio della professionalità docente. La Scuola nel giro di poco più che un decennio è stata radicalmente riformata; l’insegnamento di Religione Cattolica va di conseguenza seriamente ripensato.

Nell'orientare in forma organica una proposta pedagogica per l’oggi dell’IRC ci si è dunque mossi nell'orizzonte ermeneutico; secondo noi straordinariamente fecondo nell'ambito specifico dell'apprendimento. L’attuale accento portato sulla competenza è stato spesso richiamato, anzi verificato con ponderata attenzione.

Riteniamo (A conti fatti) che l’orizzonte ermeneutico abbia consentito coerenza ai molteplici contributi e possa legittimare la presunzione di… organicità a una proposta elaborata a più mani e con sensibilità e competenze diverse, ma non incompatibili.

Naturalmente ci auguriamo che il ’Prontuario’ possa offrire al Docente di Religione Cattolica uno strumento attuale pertinente ed efficace per qualificare la propria professionalità.

 

Le dimensioni che qualificano il ‘Prontuario’ sono quattro.

- La prima analizza il contesto educativo scolastico. È evidente la provocazione che la Scuola costituisce: la riforma, meglio il cumulo di riforme che lo attraversano e ne rendono difficile se non impraticabile l’esercizio professionale sereno e precisamente padroneggiato. Gli interventi di Chiosso, Malizia e Cicatelli mettono a frutto una competenza sicura e attentamente aggiornata per identificare i nodi importanti della situazione: il significato dell’IRC, i traguardi di competenza delle riforme, l’analisi delle Indicazioni Nazionali, fino all’ultima che riguarda la Secondaria di secondo grado, vi trovano elaborazione puntuale e chiara.

- Anche l’identità della disciplina è accuratamente esplorata nella natura, nel linguaggio, nelle fonti, nella distinzione e complementarità rispetto alla Catechesi. Il Prontuario intende fare chiarezza sull’identità disciplinare dell’IRC; rilevare la sua legittima collocazione scolastica, evidenziare l’apporto qualificato e irrinunciabile che offre al progetto globale della Scuola italiana.

- Ha inteso soprattutto dare risaldo preciso alla centralità dello studente; si è voluto tracciarne il profilo, vagliarne la disponibilità, evidenziarne i processi di sviluppo, garantire la pertinenza della proposta e la specificità del linguaggio. Lo studente vi risulta il protagonista con cui la Scuola è chiamata a fare i conti; con cui l’IRC è sollecitato a confrontarsi per consentirgli una padronanza consapevole del mondo religioso, in cui è immerso. Anche i risultati di una recente ricerca sulla qualità e le dimensioni dell’apprendimento sono proposti a verifica.

- È sembrato importante anche dare risonanza adeguata alla Scuola Cattolica; essa offre un ambiente educativo privilegiato, specificamente per l’educazione religiosa. Costituisce spesso una situazione in cui l’IRC può trovare adeguata considerazione e spazio significativo di verifica e di approfondimento sia per il progetto in se stesso della stessa Scuola cattolica, sia per una sperimentazione attenta circa le condizioni innovative di un rapporto interdisciplinare esemplare.

- La conclusione ha inteso richiamare l’attenzione sulla peculiare metodologia pedagogica e didattica che l’Istituto di Catechetica privilegia: evidenzia la scelta ermeneutica quale sfondo adeguato per dare coerenza al ‘Prontuario’, per garantire il processo di apprendimento della Religione e portarlo ai traguardi di competenza auspicati. 

 

                                                                                     Zelindo Trenti – Corrado Pastore

 

SOMMARIO 

Introduzione

Parte Prima

IL CONTESTO EDUCATIVO SCOLASTICO 

1. Il significato dell'IRC nella Scuola italiana: Giorgio Chiosso

2. Le riforme della Scuola e l’IRC: Guglielmo Malizia – Sergio Cicatelli

3. Le Indicazioni nazionali per l'IRC: Sergio Cicatelli

 

Parte Seconda

LA DISCIPLINA 

4. Natura e finalità dell’IRC: Zelindo Trenti

5. La Bibbia e le fonti dell'IRC: Cesare Bissoli

6. Il linguaggio nell'“IRC”:           José Luis Moral

7. L’insegnamento della religione cattolica e la Catechesi: distinzione e complementarietà: Vincenzo Annicchiarico

 

Parte Terza

DAI PROFILI ALLE COMPETENZE 

8. Lo studente e la religione. In un’ottica “laica” e “cosmopolita”: Vittorio Pieroni

9. L’attenzione allo studente e l’apprendimento della religione: Alessandro Castegnaro

10. Le esperienze di crescita e i passaggi di vita: Franca Feliziani Kannheiser

11. Pensare e presentare il cristianesimo nella scuola: Antonio Escudero

12. Verso una didattica delle competenze religiose: Roberto Romio

 

Parte Quarta

LA SCUOLA CATTOLICA 

13. L’IRC nella scuola cattolica: Guglielmo Malizia – Sergio Cicatelli              

Conclusione

14. La scelta della pedagogia ermeneutica: Zelindo Trenti – Miroslaw Wierzbicki

 

ESORTAZIONE APOSTOLICA “GAUDETE ET EXSULTATE” DI PAPA FRANCESCO  

«ICA»: chi siamo? Newsletter La redazione