FORUM «IRC»
 
 
editore |13.07.2015
Unknown
Luogo dell'appuntamento: Poggi del Sasso GR

Servizio Nazionale per il progetto culturale 
Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro 
Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali

 

Dopo il successo della prima edizione, la Comunità monastica di Siloe e il Centro culturale “San Benedetto” propongono il secondo Siloe Film Festival, presso la 
sede del monastero a Poggi del Sasso (GR), dal 23 al 25 luglio 2015. All’iniziativa collaborano anche la Fondazione Ente dello Spettacolo, l’Ufficio nazionale per le 
comunicazioni sociali, l’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro, e il Servizio nazionale per il progetto culturale della CEI. Il titolo scelto per la seconda 
edizione è “Alla ricerca del Volto tra i volti”. Attorno a questa tematica si svolgerà la selezione dei cortometraggi e dei documentari in concorso e 
verranno promossi momenti di incontro e di dibattito. 
Per informazioni sul bando e sullo svolgimento dell’iniziativa: www.siloefilmfestival.it  
Dopo il successo della prima edizione, la Comunità monastica di Siloe e il Centro culturale “San Benedetto” 
propongono il secondo Siloe Film Festival, presso la sede del monastero a Poggi del Sasso (GR), dal 23 al 25 luglio 2015. 
All’iniziativa collaborano anche la Fondazione Ente dello Spettacolo, l’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali, l’Ufficio nazionale per i problemi sociali 
e il lavoro, e il Servizio nazionale per il progetto culturale della CEI. Il titolo scelto per la seconda edizione è “Alla ricerca del Volto tra i volti”. 
Attorno a questa tematica si svolgerà la selezione dei cortometraggi e dei documentari in concorso e verranno promossi momenti di incontro e di dibattito. 

 

Per informazioni sul bando e sullo svolgimento dell’iniziativa: www.siloefilmfestival.it

Sito di riferimento: http://www.progettoculturale.it

 
editore |26.05.2015
FotoNotiziaCorsoEstivo1-150x150

Sono aperte le scrizioni per il «Corso Estivo di Aggiornamento per Insegnanti di Religione» – organizzato dall’Istituto di Catechetica (Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana) che si terrà a Roma dal 3 al 8 luglio e avrà come tema centrale «Sfide educative dell’IRC». Il corso ha ottenuto il riconoscimento e finanziamento da parte del MIUR.


Il corso «Sfide educative dell’IRC» ha la finalità, da un lato, di fare il punto sull’attuale situazione dell’IRC e, dall’altro, di determinare alcune delle sfide educative fondamentali per il futuro dell’IRC; è organizzato e gestito dall’«Istituto di Catechetica» della Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Salesiana di Roma.


Nella situazione attuale il Corso pretende valorizzare molti passi attuati dagli interventi normativi di Riforma: «l’attività del docente deve mostrarsi in relazione ai traguardi per lo sviluppo delle competenze e gli obiettivi di apprendimento propri dell’insegnamento della Religione Cattolica nelle scuole dell’Infanzia e nel 1° Ciclo di Istruzione, approvati con D.P.R. 11 febbraio 2010, cui fanno riferimento le Indicazioni Nazionali per il curricolo adottate con D.M. n. 254 del 16/11/2012; nelle scuole del 2° Ciclo di Istruzione e nei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), approvati con D.P.R. 20/08/2012 che rende esecutiva l’Intesa tra MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e CEI (Conferenza Episcopale Italiana) firmata il 28 giugno 2012, recante le indicazioni didattiche per l'insegnamento della Religione Cattolica con i relativi allegati - 1, 2, 3, 4 - riguardanti rispettivamente i licei, gli istituti tecnici, gli istituti professionali e i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), nonché l’esigenza di realizzare anche per gli insegnanti di religione delle scuole statali attività di aggiornamento e formazione in servizio».


In base a queste considerazioni precedenti, il Corso pretende di qualificare conoscenze, competenze e atteggiamenti educativo-didattici degli insegnanti di Religione in conformità a quanto è indicato nel «D.P.R. 20/08/2012, n. 175, che modifica l’intesa del 14 dicembre 1985 di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1985, n. 751, già modificata con decreto del Presidente della Repubblica 23 giugno 1990, n. 202 e che rende esecutiva l’Intesa firmata il 28/06/2012 tra il MIUR e la CEI per  l’insegnamento  della  Religione Cattolica nelle scuole pubbliche, con particolare riferimento al punto 4.4, che ai fini dell’aggiornamento professionale degli insegnanti di Religione Cattolica delle scuole statali di ogni ordine e grado, prevede l’attuazione di necessarie forme di collaborazione nell’ambito delle rispettive competenze e disponibilità, tra l’Autorità Ecclesiastica e l’Autorità Scolastica, cioè tra la Conferenza Episcopale Italiana e il Ministero».


Il D.P.R. 20/08/2012, da un lato, rende esecutiva l’Intesa sulle indicazioni didattiche per l’insegnamento della Religione Cattolica nelle scuole del 2° Ciclo di Istruzione e nei  percorsi di Istruzione e Formazione Professionale – firmata il 28 giugno 2012 tra il MIUR e il Presidente della CEI –; dall’altro e in linea con l’attento e progressivo adeguamento dell’IRC che la CEI porta avanti da anni (attenta all’evoluzione in atto nella pedagogia scolastica), impartisce disposizioni in ordine alle modalità e alle procedure per l’organizzazione e la realizzazione delle attività di formazione e aggiornamento destinate ai docenti di Religione Cattolica delle scuole statali di ogni ordine e grado ed in particolare individua quali soggetti deputati a gestire istituzionalmente le iniziative finanziate dal MIUR, la CEI, gli Ordinari diocesani, le Università Pontificie, le Facoltà teologiche esistenti in Italia e gli Istituti di livello accademico di cui al decreto del MIUR del 15 luglio 1987, allegato B e successive modifiche e integrazioni, purché le iniziative siano comunque approvate dalla CEI.


Si tratta, quindi, di descrivere e interpretare la situazione dell’IRC, cercando però di andare decisamente oltre, cioè, verso l'identificazione di alcune delle sfide educative fondamentali dell’IRC. Insieme alla lezioni frontali, per raggiungere questo duplice obiettivo sarà basilare vuoi i laboratori vuoi il lavoro on-line attraverso l’apposita piattaforma organizzata all'interno della rivista on-line dell’ICA (www.rivistadipedagogiareligiosa.unisal.it).


— Clicca per conoscere meglio l’identità e organizzazione del Corso.


CORSO ESTIVO IRC 2015


— Scheda di iscrizione.


Scheda Iscrizione Corso  

 
editore |17.04.2015
OK

Nell’epoca dei Social Network e dei media sociali la comunicazione della fede continua a vivere un tempo di cambiamento iniziato già con i cosiddetti media elettronici. Un clima in cui la catechesi deve interrogarsi sui nuovi contesti e individuare nuovi processi di comunicazione della fede più adeguati alla problematicità del tempo e più corrispondenti all’efficacia che se ne esige.


In considerazione di tale situazione culturale, l’Istituto di catechetica della Facoltà di Scienze della Educazione dell’UPS, nel 60° della sua fondazione, ha pensato al Convegno Internazionale dal titolo: “La Catechesi dei giovani e i New Media nel contesto del cambio di paradigma antropologico-culturale” che si celebrerà a Roma, nella sede dell’Università Salesiana, il prossimo 15-16 maggio 2015.


Il programma prevede tre sezioni la prima delle quali si svolgerà nella mattinata di venerdì 15 maggio, con inizio alle ore 8.45 con il saluto delle autorità accademiche e l’introduzione dei lavori. La sessione avrà come obiettivo quello di illustrare il contesto problematico in cui opera la Catechesi con le due relazioni del prof. Norbert Mette(Università di Dortmund, Germania) e del prof. Edmund Arens (Università di Lucerna, Svizzera) sul tema: “La Catechesi oggi: Sfide e problemi”. A loro faranno eco gli interventi di quattro discussant: José Luis Moral (UPS), Ermanno Genre (Facoltà Teologica Valdese, Roma), Giuseppe Ruta (Istituto Teologico San Tommaso, Messina), e Luciano Meddi (Università Urbaniana, Roma). Il dibattito in assemblea concluderà la sessione.


La seconda sessione del Convegno, in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale, avrà luogo nel pomeriggio della stessa giornata (inizio ore 15.00) con la proposta di alcuni workshop sulle metodologie. Quattro workshop su: “Catechesi, new media e radio/TV” (Cosimo Alvati), “Catechesi, social network e web 2.0” (Fabio Pasqualetti), “Catechesi e immagine”, e “Catechesi e Progetto Giovani ‘In un altro Mondo’”, a cura dell’Equipe del Servizio promozione sostegno economico della CEI.


L’ultima sessione si svolgerà nella mattinata di sabato 16 maggio, (inizio alle ore 9.00), e verterà sul tema generale: “New media ed educazione”. La relazione principale della sessione è affidata al prof. Giuseppe Riva (Università Cattolica del sacro Cuore, Milano) che parlerà di: “New Media: quale antropologia, quale possibile educazione?”. All’intervento di Riva faranno da risonanza gli interventi di Gabriele Quinzi (FSE, UPS), Ubaldo Montisci (FSE, UPS) e Rosangela Siboldi (Auxilium, Roma). Faranno seguito il dibattito in sala e la sintesi conclusiva del Convegno.


Per la partecipazione è necessaria l’iscrizione registrandosi dal presente sito versando una quota che comprende fra l’altro il pranzo di venerdì 15 maggio e il volume degli Atti del Convegno Maggiori informazioni sul sito su indicato.

 Novità»Eventi    
SABATO 18 APRILE 2015 |16.03.2015
Unknown

CEM Mondialità (Centro di Educazione alla Mondialità) intende offrire uno spazio di riflessione su ciò che sta accadendo (o non accadendo) nel nostro Paese in ordine alla costruzione di una politica culturale in prospettiva interculturale, a partire dalla scuola, ma allargando lo sguardo ad uno scenario più ampio e generale.


Il convegno, dal titolo «Intercultura, dove vai?», prevede due momenti complementari nel corso della giornata. Nella mattinata, a partire dalle ore 9:15 , verranno proposti due interventi, oltre all’introduzione di Lucrezia Pedrali - condirettrice di CEM Mondialità -: il primo del prof. Davide Zoletto, docente di pedagogia  generale e sociale nell’Università di Udine, affronterà il tema «Dall'intercultura ai contesti eterogenei: possibili piste di lavoro»; il secondo del prof. Alessio Surian, docente di pedagogia nell’Università di Padova ed esperto di dinamiche comunicative interculturali, si focalizzerà su «Il vantaggio della diversità: verso quali competenze interculturali?».


Nella sessione pomeridiana sono previsti tre laboratori interattivi: vedasi programma in allegato.


Per info e iscrizioni al convegno e/o ai laboratori


CEM Mondialità


030 3772780


cemconvegno@saveriani.bs.it - cem.saverianibrescia.it 


/cemsav  /CemMondialita


 
 Novità»Eventi    
editore |17.12.2014
NotiziaPrec

La «giornata-seminario di studio» (Situazione dell’IRC e prospettive educative) del 6 dicembre scorso aprì la nuova tappa nel lavoro dell’«Istituto di Catechetica» (Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana) sulla tematica dell’«IRC».


Il prossimo appuntamento sarà nel mese di marzo con il «CORSO DI AGGIORNAMENTO» (13-15 marzo 2015). Il corso ruoterà attorno al tema del «Ripensare l’orizzonte educativo dell’IRC» ed è destinato a tutti i docenti di religione, così come ai responsabili regionali e diocesani dell’IRC.


La struttura e organizzazione concreta del corso, così come l’apertura delle iscrizioni, si concretizzeranno nella seconda quindicina del mese di gennaio 2015 e appariranno nella «Rivista di Pedagogia Religiosa».


Inoltre, in questo stesso posto — Sezione «Istituto di Catechetica»/«Studi» — si possono trovare tutte le «relazioni» e «comunicazioni» della «GIORNATA-SEMINARIO DI STUDIO»:


RELAZIONI


-       «Costituzione moderna della ragione religiosa» (J.L. Moral).


-       «Nuclei problematici (contesto europeo–realtà italiana) nella storia dell’IRC» (S. Cicatelli).


-       «Ultimi studi-ricerche e situazione attuale dell’IRC» (G. Malizia).


-       «Il futuro educativo dell’IRC» (D. Saottini).


-       «ICA-IRC: iniziative storiche più significative e prospettive» (M. Wierzbicki).


-       «La realtà e la situazione attuale del professorato–IRC» (G. Usai).


-       «Religione e umanizzazione» (J.L. Moral).


COMUNICAZIONI


-       «IRC: richieste degli studenti e prospettive educative» (G. Migliorini).


-       «Il lavoro portato avanti finora dall’Istituto e… le prospettive educative dell’IRC nel contesto europeo e nella realtà italiana» (C. Carnevale).


-       «Quale linguaggio religioso per i giovani?» (R. Gianni).


-       «Verso un approccio fenomenologico–ermeneutico alla formazione: esplorare modelli narrativi. Un docente di IRC professionista riflessivo: il diario professionale» (G. Cursio).


-       «Quale futuro per l’insegnamento della religione cattolica a scuola?» (M- Datti).


-       «Primi appunti di realismo e utopia nell’educazione–scuola e religione tra vecchio e nuovo analfabetismo» (G. Bellieni).


 


PER ISCRIVERSI:


Iscrizione Convegno Marzo 2015

 
DSC_0598
11-13 luglio Brescia

 

CONVEGNO DI AGGIORNAMENTO E SEMINARIO DI STUDIO IRC 2017

«ICA»: chi siamo? Newsletter La redazione